A.A.A. lavoro “non” cercasi

Le sigle del mondo del non lavoro e della disoccupazione sono innumerevoli e talvolta con acronimi incomprensibili. Ma hanno tutti una caratteristica in comune descrivono con le cifre il dramma concreto di centinaia di migliaia di giovani, e non, disoccupati.

NEET, è uno di questi acronimi in inglese (Not (engaged) in Education, Employment or Trainingin) in italiano anche né-né. Indica persone (tra i 15 e i 24 annni) non impegnate nello studio, nel lavoro e nella formazione.

I dati relativi ai né-né sono utilizzati in economia per indicare individui che non sono impegnati nel ricevere un’istruzione o una formazione, non hanno un impiego né lo cercano.

Se si guardano i dati siciliani che sono relativi al 2013 parliamo di 197.638 persone e ci situano al secondo posto tra le regioni italiane. Anche questo dato testimonia di come la nostra isola sia considerata nei concreti programmi del governo centrale. Meno di niente!

E non brilla per impegno ed efficacia anche il governo Crocetta, perche i dati relativi alla crescita e all’occupazione ci collocano agli ultimi posti di qualunque indagine statistica.Se a questo quadro, già di per se desolante si aggiunge che ogni anno decine di migliaia di giovani lasciano la Sicilia per studiare o lavorare il quadro del disastro si completa.

Lo sanno pure i bambini che per costruire politiche di sviluppo bisogna investire in ricerca e formazione. Noi non facciamo nulla di tutto ciò.

Non bisogna essere bravi, ma quanto ce ne sarebbe bisogno, per comprendere che bisogna investire sul “capitale umano” per rendere la nostra isola competitiva e attrattiva, e non mi pare che questi siano argomenti per gli attuali governanti e per i partiti che prendono ordini da Roma.

Ci vuole un cambio vero di analisi e di proposizione per consentire alla nostra isola di guardare al proprio futuro con un po’ di ottimismo.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>