Angelina Romano, fucilata a 9 anni. Le storie cancellate.

In questi giorni ricorre l’anniversario di una storia dimenticata. Una di quelle tante storie della Sicilia e del meridione, cancellate perché i vincitori riscrissero la storia e queste storie non ne potevano più fare parte.

Angelina Romano, bambina siciliana di 9 anni, fucilata dai soldati piemontesi a Castellamare del Golfo il 3 di gennaio del 1862.

Fucilata soltanto perché era scoppiata in lacrime durante la fucilazione di 6 cosiddetti “lealisti” tra i quali persino una donna e un prete, in verità poveracci rifugiatisi in campagna dopo una protesta popolare contro la leva di sette anni imposta dal regno sabaudo.

Piange Angelina e piangere non si doveva e quindi viene presa e giustiziata.

Chissà se il generale sabaudo Pietro Quintino che ordinò la fucilazione aveva moglie e figli, si domanda nella sua canzone Valerio Minicillo?

Vogliamo inaugurare così la nostra rubrica di storia. Con Angelina Romano, alla quale andrebbero dedicate le strade della nostra Sicilia al posto di quelle dei torturatori (Nino Bixio, il generale Enrico Cialdini e così via) ai quali tributiamo ancora onori in virtù di una storia falsificata.

Pubblichiamo un articolo molto bello di Daniela Giuffrida su MeridioNews di due anni fa, e a seguire due canzoni dedicate ad Angelina Romano, una di Valerio Minicillo e una di Eugenio Bennato.

————————————————-

Angelina Romano: la bimba fucilata quel 3 Gennaio del 1862…

di Daniela Giuffrida

Castellammare del Golfo, 3 gennaio 1862, Romano Angelina, di anni 9, fucilata dagli italiani, accusata di ‘brigantaggio’. Questo quanto risulta dall’Archivio Storico Militare, questo e tanto altro ancora la “storia ufficiale” imposta alle masse di pecore non ha mai raccontato.
Oggi ricorre l’anniversario della fucilazione della piccola Angelina, la più giovane vittima fra quelle che, in qualche modo, la storia siciliana racconta.
Ma chi era Angelina Romano? Proviamo a raccontarne la storia..

continua a leggere cliccando qui

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>