ARMAO: “La legge di bilancio nazionale non tiene conto della condizione di insularità!”

Il Vicepresidente della Regione Siciliana, Gaetano Armao, nel corso di un audizione alla Commissione Finanze della Camera dei Deputati ha sollevato la questione degli svantaggi legati alla condizione di insularità, ricordando che la stessa Corte Costituzionale con un’importante sentenza di quest’anno ha precisato che nelle relazioni finanziarie tra Stato e Regioni si deve tener conto anche della condizione di insularità.

Al termine dell’incontro, Gaetano Armao ha rilasciato all’agenzia ANSA la seguente dichiarazione:

“E’ a dir poco singolare che la legge di bilancio presentata dal Governo Conte alle Camere non rechi nessun riferimento alla condizione di insularità, come richiesto anche dalla Corte Costituzionale. Per questo, anche con il Presidente della Regione Sardegna Solinas, abbiamo posto all’attenzione del governo e del Parlamento la necessità di introdurre nella legge di bilancio la questione delle forme di compensazione e degli equilibri connessi. Prima tra tutte la tematica della continuità territoriale, della fiscalità di sviluppo, e gli incentivi e gli investimenti nelle isole. L’Italia è diventata la Stato con il più altro numero di cittadini che vivono nelle isole, 7 milioni sui 17 milioni della Ue”.

Gaetano Armao, che, oltre ad essere Vicepresidente della Regione Siciliana,  è anche Presidente onorario del movimento Unione dei Siciliani – Sicilia Nazione, ha poi aggiunto che “gli svantaggi legati alla condizione di insularità sono calcolabili in termini di risorse. La Sardegna ha già determinato il costo dell’insularità, noi lo stiamo determinando, ma tra Sicilia e Sardegna siamo intorno ai 4-5
miliardi di oneri”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>