La nostra fiducia a Musumeci e Armao contro banditi e saltimbanchi!

Il blog La Nazione Siciliana da oltre un anno si è pronunciato per un’alleanza dei sicilianisti, autonomisti e indipendentisti con i partiti e movimenti del centrodestra contro la devastazione determinata da Crocetta e dal PD.

Un’alleanza che trova conferma nelle parole del candidato alla Presidenza Nello Musumeci sull’importanza dell’attuazione dello Statuto autonomistico e nel suo tandem con Gaetano Armao, sicilianista di lungo corso e candidato alla vicepresidenza.

Siamo quindi sempre più convinti che sia stata giusta la posizione del Movimento Nazionale Siciliano, formato dai più importanti e storici movimenti sicilianisti, di allearsi con il centrodestra.

Proprio per questo però ci sentiamo liberi di dare un consiglio a Nello Musumeci e a Gaetano Armao: tenete la barra dritta sulle questioni etiche e comportamentali.

Su questo tema tre ci sembrano le discriminanti fondamentali:

1) La lotta alla criminalità organizzata deve essere prerequisito di unità di tutta la coalizione.

2) Le liste e i partiti del centrodestra devono rispettare in modo rigoroso il codice di autoregolamentazione delle candidature attenendosi ad esso per tutti i candidati (assumendo impegno anche per tutte le nomine future).

3) In caso di vittoria del centrodestra, nessun deputato che abbia appoggiato il governo Crocetta deve poter assumere incarichi di governo nel corso della prossima legislatura né deve rappresentare la coalizione durante le elezioni. (Siano benvenuti tutti coloro che hanno cambiato idea ma abbiano la compiacenza di stare fermi un giro).

Abbiamo letto sulla stampa che persino il capogruppo di un partito che negli anni ha sostenuto Crocetta (tale Girolamo Turano che non abbiamo avuto la ventura di conoscere) vorrebbe rivendicare un posto nel listino del Presidente. Sarebbe davvero una beffa che i siciliani non meritano.

Siamo certi però che la statura politica e il rigore morale di Nello Musumeci e di Gaetano Armao faranno di tutto per garantire il rispetto delle questioni segnalate.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>