Rosario e lo spoils system a piacere.

di Laura Compagnino

Crocetta al processo Genovese – Formazione: “Albert era il braccio destro di Mario Centorrino e il dirigente di un assessore del governo Lombardo non poteva restare al suo posto. Cambiai lui come gli altri, normale spoil system”.

Sì, normalissimo spoil system. Attuato, però, solo con 3 dirigenti generali, Albert, Galati e Bossone.

Dopo una verifica accuratissima all’interno della Regione, Crocetta appena insediato ha scoperto che solo loro tre avevano lavorato con i precedenti governi. Non potevano restare.

Poco importa che i tre fossero legati alla Regione da un contratto (peraltro in scadenza di lì a poco) che prevedeva penali esose in caso di rescissione anticipata. Crocetta, si sa, è così. Quando decide una cosa nessuno gli può fare cambiare idea.

Certo, su Muos, trivelle e termovalorizzatori, ha avuto più posizioni lui che Rocco Siffredi in uno dei suoi film. Ma queste sono critiche mosse dalle solite malelingue.

Stava per partire la rivoluzione e dovevano essere rimossi tutti i duri reazionari annidati negli uffici della Regione.

Liberata l’amministrazione regionale dei collaborazionisti dei governo precedenti, Crocetta ha mantenuto e mantiene al suo posto Patrizia Monterosso. Lei che, va sottolineato, “mai” ha lavorato con i governi Cuffaro e Lombardo. Ha premiato Annarosa Corsello, ha avuto come assessori Patrizia Valenti e Dario Cartabellotta. E nessuno di loro ha neppure incrociato, per sbaglio al supermercato, Cuffaro o Lombardo.

Albert, Bossone e Galati, unici rei di connivenza con i predecessori dell’eroe della legalità sono stati mandati via senza rispettare le clausole contrattuali. E per appagare quest’insopprimibile voglia del presidente, la Regione ha dovuto uscire un sacco di soldi. Soldi della Regione, alla fine, non certo di Crocetta. E poi, onestamente, per la rivoluzione in salsa gelese, questo e altro.

http://livesicilia.it/…/crocetta-li-caccio-ma-adesso-deve-…/

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>