Verso la candidatura a Presidente della Regione di Gaetano Armao, leader dei SicilianIndignati.

Musumeci davanti alla scelta se fare un passo indietro o dividere ancora una volta il centrodestra.

Come blog indipendente dai partiti e appartenente all’area sicilianista, siamo molto contenti di avere appreso che la parte maggioritaria del centrodestra guarda con molto interesse alla candidatura di Gaetano Armao, leader del movimento SicilianIndignati, alla Presidenza della Regione.

Fin dallo scorso gennaio avevamo dichiarato la nostra preferenza per la scelta del professor Armao alla Presidenza della Regione e ci eravamo schierati dalla sua parte alle primarie (poi saltate) del centrodestra.

Gaetano Armao è un affermato e stimato professionista lontano dalla politica politicata e dai partiti, ha svolto nelle istituzioni ruoli di prestigio come tecnico competente e in questi ruoli è stato unanimente apprezzato, e soprattutto si è sempre impegnato per l’autodeterminazione della Sicilia e per i diritti violati dei siciliani.

Il fatto che il centrodestra abbia riconosciuto l’importanza di un impegno a favore della Sicilia è a nostro avviso un fatto di valenza straordinaria che dimostra che, nella Sicilia del devastante governo di Crocetta, del PD e dei suoi alleati, l’unica strada per i sicilianisti e per i gruppi civici sia un’alleanza strategica con il centrodestra.

Rimane per adesso ancora candidato l’on. Nello Musumeci che conosciamo come persona coerente e degna di stima. Siamo certi che, nell’interesse della Sicilia, troverà il coraggio di fare un passo indietro a favore di Gaetano Armao.

Nello Musumeci è un politico di ottimo livello e proprio per questo non può non avere la consapevolezza di rappresentare un’ala rispettabilissima ma estrema della coalizione, di svolgere attività politica da circa un quarantennio e soprattutto di portare su di sè il peso di divisioni che hanno più volte portato alla sconfitta delle coalizioni da lui sostenute.

La coalizione “Per la Sicilia”, che tiene insieme le forze politiche del centrodestra, vari gruppi e liste civiche e i movimenti sicilianisti, ha bisogno di un candidato esterno alle polemiche politiche e alle divisioni che hanno caratterizzato gli ultimi anni e che hanno portato alla vittoria di Crocetta, il peggiore Presidente della Regione della storia della nostra isola.

Gaetano Armao risponde a queste caratteristiche e la sua candidatura guarda al futuro piutosto che al passato della coalizione.

A questa ovvia osservazione sarebbe gravissimo rispondere con l’asserzione “se il candidato unitario non sono io, allora mi candido lo stesso e spacco la coalizione” come qualche seguace intollerante prova a far dire a Nello Musumeci.

Ci rifiutiamo di credere che questo possa essere per l’ennesima volta l’esito del confronto tra tutti i soggetti appartenenti alla coalizione.

Chi deve, dimostri di saper fare un passo indietro.

E la coalizione si presenti unita con un nome che esprima la voglia di rinnovamento vero della nostra isola: Gaetano Armao.

Un pensiero riguardo “Verso la candidatura a Presidente della Regione di Gaetano Armao, leader dei SicilianIndignati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>